La slitta
 

Iscriviti alle News letter

Webcam Tasiilaq

* Nome
* Città
*
E-mail

* dato obbligatorio

 
 

La slitta

In Groenlandia non si sono mai conosciuti gli sci, o le racchette, per muoversi sulla neve.
L'unico mezzo di spostamento usato senza particolari modifiche dai tempi più antichi era la slitta.
Le sue dimensioni approssimative erano m 1,80 di lunghezza, 0,50 di larghezza, 0,65 di altezza.
Era pesante, formata da assi tenuti insieme da legature che, lasciando una discreta mobilità alla struttura, le permettevano di adattarsi alle varie conformazioni della neve e del ghiaccio senza rompersi.
I cani venivano legati a ventaglio, posizionati secondo le loro particolari caratteristiche fisiche.
Nella neve profonda i più deboli venivano posizionati dietro, in maniera di godere della traccia scavata dagli altri più forti che precedevano. Questo sistema permetteva a ciascun animale una certa indipendenza di movimento specialmente nell'attraversamento di punti difficili come fori nel ghiaccio e pozze d'acqua.

In Ammassalik la razza originaria dei cani era piccola, dal mantello bianco, veloce nella corsa e molto resistente.

A partire dagli anni 1940/50 questo tipo di slitta venne sostituito da un nuovo modello, modificato per renderlo più leggero dall'esploratore francese Paul Victor che qui aveva soggiornato negli anni 1936/37.

La slitta trainata dai cani sta oggi perdendo la sua funzione come mezzo di spostamento e viene sempre più usata per il divertimento dei turisti, ma in Ammassalik è ancora uno strumento di lavoro in molti casi preferito alla motoslitta.

 

 

Sopra: slitta originale a Isertoq -2005
Sotto: slitta secondo le modifiche di P. Victor -Tiniteqilaaq 2014

ItaliAmmassalik
Associazione culturale e di cooperazione internazionale
16149 Genova - P.zza V. Veneto 8/10
Tel +39 347 7587925 - +39 010 8692858
- e-mail: info@italiammassalik.it
C.F. 95158960104 - IBAN: IT31A0359901899050188527487

Statuto | Privacy