Iscriviti alle News letter
* Nome
* Città
*
E-mail

* dato obbligatorio

 
 
Webcam TasiilaqWebcam Tasiilaq  
 
       
 


Il fossile più antico del Pianeta? forse in Groenlandia
Un gruppo di ricercatori australiani ha scoperto in Groenlandia quello che potrebbe essere il più antico reperto di vita fossilizzato, con un'età stimata di 3,7 miliardi di anni.


La caccia alla foca : il regolamento UE
Gli interessi fondamentali, economici e sociali degli Inuit e di 'altre comunità indigene' non possono essere pregiudicati.
Per questo, il Regolamento (CE) n. 1007/2009 autorizza, in via eccezionale, l'immissione sul mercato dei prodotti derivati dalla foca che provengono dalla caccia praticata tradizionalmente da popolazioni indigene come gli Inuit, che vi ricorrono per il proprio sostentamento.
Sermilik Fjord
Un gruppo di ricercatori ha esaminato le condizioni del mare e delle correnti oceaniche a Sermilik Fjord, nella regione di Ammassalik.
Questo fiordo, lungo 100 km circa, collega il Ghiacciaio di Helheim, che negli ultimi anni si è ritirato di diversi chilometri, raddoppiando anche la sua velocità di flusso, con il Mare di Irminger. Durante tali ricerche è stata scoperta una corrente profonda di origine subtropicale con temperatura +4°C

  A Milano un laboratorio sotterraneo a -50°C
L’Italia può oggi vantare un centro all’avanguardia nello studio del clima: presso l’Università di Milano-Bicocca il laboratorio EuroCold, uno dei più grandi laboratori dedicati allo studio e alla conservazione del ghiaccio. Arrivano da tutto il mondo le carote che saranno conservate in questo laboratorio sotterraneo che è costato un milione di euro.


L'Italia entra nell’Arctic Council
La corsa alle ricchezze del Mar Artico è ufficialmente cominciata, e anche l’Italia cercherà di gareggiare. E’ il segnale lanciato dal vertice tenuto in Svezia dall’Arctic Council, che ha ammesso come membri osservatori permanenti sei paesi che non si affacciano sulle acque glaciali. Tra di loro c’è l’Italia, insieme a Cina, India, Giappone, Corea del Sud e Singapore.


Individuato il relitto del 'Terra Nova'
E' stato individuato, nelle acque gelide della Groenlandia, il relitto della Terra Nova, la nave del leggendario capitano Scott, naufragata nel 1943. Un robot è stato calato sott'acqua e le immagini hanno confermato che si tratta proprio del resti della Terra Nova.


La scomparsa dei Vichinghi

Le grotte più a nord del pianeta
A 60 metri, in fondo al pozzo scavato dal torrente glaciale, il paesaggio è fiabesco. Il corso d'acqua scorre a monte per oltre 100 metri: a valle, si distingue l'apertura attraverso la quale precipita a cascata per una trentina di metri attraverso il ghiacciaio. L'acqua è congelata ma la sentiamo fluire in profondità".

  Isertoq su National Geographic

Gli occhi delle renne

I 'fiori di ghiaccio' del Mar Glaciale Artico
Uno strano fenomeno che avviene "per imperfezioni del ghiaccio superficiale" e si crea in presenza di temperature estreme di gran lunga sotto lo zero, vicine ai -22°C, formando le straordinarie strutture appuntite che "sbocciano" come efflorescenze di filamenti ghiacciati. Ma basta che le dita o un raggio di sole li sfiorino per dissolverli in tantissime goccioline d'acqua.

Ecco il 'Codice per la navigazione Polare'
Con l’apertura di nuove vie di comunicazione portate dai cambiamenti climatici e la previsione di una forte crescita nel volume e nell’intensità del trasporto marino nelle zone artiche e antartiche sono stati recentemente introdotti nuovi standard, compresi in un regolamento denominato “Codice Internazionale per Navi che Operano in Acque Polari”, o “Codice Polare”.

La Danimarca chiede la sovranità sulla piattaforma continentale groenlandese
La Danimarca (via Groenlandia), secondo i meccanismi previsti dalla Convenzione delle Nazioni Unite sul diritto del mare, ha presentato all’apposita Commissione una richiesta formale di sovranità per l’allargamento della piattaforma continentale a nord della Groenlandia, in un’area sottomarina di 895.541 Kmq, arrivando quindi a includere lo stesso Polo Nord geografico, battendo sul filo di lana il Canada e la Russia.


Rover della NASA per esplorare i ghiacciai groenlandesi
Il robot, conosciuto come GROVER (Greenland Rover, ma anche Goddard Remotely Operated Vehicle for Exploration and Research), navigherà attraverso le lande desolate della Groenlandia, raccogliendo campioni, studiando le condizioni presenti ed i vari strati di ghiaccio, per aiutare gli scienziati a monitorare e mappare meglio i cambiamenti che avvengono nella massiccia calotta di ghiaccio che copre l'isola.
Questo rover autonomo, alimentato dall'energia solare, porta con se un potentissimo radar che studierà la geologia sotterranea ma anche come la neve si accumula, aggiungendosi strato per strato sulla calotta preesistente.


Mega-canyon subglaciale in Groenlandia
E' di almeno 750 chilometri di lunghezza, il che rende più lungo del Grand Canyon (446 Km.), e in alcuni punti è profondo 800 metri.
Prima che la Groenlandia venisse coperta dai ghiacci, circa 4 milioni di anni fa, l'acqua scorreva in questo canyon dall'interno verso la costa, ed ha rappresentato un importante sistema fluviale .
I ricercatori ritengono che oggi il canyon ricopra un ruolo fondamentale nel trasporto dell'acqua di fusione sub-glaciale dall'interno della Groenlandia all'oceano.
Nel mondo delle Isole Belker
"Weisser Horizont"(Orizzonte Bianco)' è un film su Robert Peroni prodotto in collaborazione con la TV Svizzera "SRF". 
Alfred Wegener: la traversata della Groenlandia del 1930.
Durante questa spedizione, la terza da lui condotta in Groenlandia, Wegener, mentre cercava di tornare al campo base su una slitta trainata dai cani, morì forse per un attacco cardiaco.Il suo corpo fu trovato sepolto nella neve, cucito all'interno di un sacco a pelo dal suo compagno di spedizione, Ramsus Villumsen, di cui non si trovò più traccia.
 
     
 
   

ItaliAmmassalik
Associazione culturale e di cooperazione internazionale
16149 Genova - P.zza V. Veneto 8/10
Tel +39 347 7587925 - +39 010 8692858
- e-mail: info@italiammassalik.it
C.F. 95158960104 - IBAN: IT31A0359901899050188527487

Statuto | Privacy